Salta la barra di navigazione e vai al contenutoLogo Amici della Galleria Spazzapan
Torna alla pagina principale chi siamo contatti
Novità Eventi Bandi Luigi Spazzapan La Galleria Spazzapan Album

 

Eventi home > eventi


Invito inaugurazione dell'Opera di Emanuela Biancuzzi OLTRE I CONFINI - Messaggi in bottiglia verso il futuro


Bando Premio Arte e Città Venerdì 10 Giugno alle ore 18.30al Parco della Rotonda di Gradisca d'Isonzo,
con un'introduzione del critico Tito Maniacco sarà inaugurato il portale dell'artista Emanuela Biancuzzi, vincitrice della seconda edizione del Concorso Arte e Città con il progetto intitolato: OLTRE I CONFINI - Messaggi in bottiglia verso il futuro.
Il concorso Arte e Città è istituito dall'associazione Amici della Galleria Spazzapan, con il contributo del Comune di Gradisca d'Isonzo - Assessorato alla Cultura, della Regione FVG - Assessorato alla Cultura e della Provincia di Gorizia.

"Con un sistema di comunicazione antico e ascrivibile alle tradizioni popolari qual'è il messaggio in bottiglia, inserito nel contesto contemporaneo della società delle telecomunicazioni e coniugato con un territorio e un periodo storico che vede la caduta dei confini, si vuole coinvolgere un'ampia fascia di popolazione nella realizzazione di un progetto artistico.
Non si tratta di una semplice scultura o installazione ma di un progetto articolato in più fasi che prevede la raccolta nel 2004 di messaggi in bottiglia da lanciare verso il futuro. Un progetto site-specific che prevede, nella prima fase, la partecipazione attiva della popolazione nella stesura dei testi da inserire nelle bottiglie. Nella seconda fase viene realizzato un portale trasparente (con inserite le bottiglie), non solo da guardare ma da attraversare. A testimonianza del progetto viene realizzata una pubblicazione che documenta le varie fasi e riproduce tutti i messaggi raccolti."
Emanuela Biancuzzi

"...Eppure Emanuela Biancuzzi ha affrontato con forte piglio concettuale quella che si definisce vagamente come "Public Art", ricavando dalla semplice struttura di una bottiglia da riempire con un messaggio, un discorso che definisce "conversazione silenziosa", nel senso proprio di un rapporto personale con il proprio io, come se il messaggio nella bottiglia fosse l'oscuro specchio dal quale vorremmo sempre ritrarci impauriti dal dialogo.
Ragioni il viandante che si sofferma su questa sorta di moderno dolmen in plastica nel cui interno immote galleggiano delle bottiglie, e metta in moto la sua coscienza e pensi alla sua vita e a ciò che avrebbe voluto scrivere a quel che il buon Linus dei Peanuts chiama "compagno di penna". In fondo è il nucleo di quel non banale diario che tutti vorremmo scrivere, che tutti, forse abbiamo cominciato, lasciandolo, spaventati dall¹ombra che compare nello specchio della nostra coscienza.
Se l'arte è così, diamole una chance".
Tito Maniacco


Emanuela Biancuzzi è nata a Cividale del Friuli nel 1970.
Studia all' Accademia di Belle Arti di Venezia dove consegue la laurea con una tesi sulla didattica dei comics. Affianca alla sua attività artistica quella di illustratrice editoriale a cui si dedica professionalmente dal 1999. Non circoscrive il proprio impegno all'ambito dell'illustrazione per l'infanzia ma opera su diversi fronti: dalla grafica pubblicitaria alla pittura, dalla performance all'arte relazionale, dall'educazione all'immagine all'illustrazione underground. Dal 1994 ad oggi ha partecipato ad un centinaio di esposizioni in Italia e all'estero.
Ha realizzato disegni per pubblicità, poster, cartoline, libri, dischi e t-shirt con particolare attenzione alle tematiche ambientaliste.
Membro fondatore di FUN (Nazioni Unite Fantastiche) è attualmente impegnata nella traduzione visiva dell'universo alternativo Wonderful World of Wolphy.